Svezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Progetto stati Svezia
Svezia - Bandiera
Svezia - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Motto: För Sverige i tiden
(
Per la Svezia - Nel tempo)

Informazioni
Nome completo: Svezia
Nome ufficiale: Konungariket Sverige
Lingua ufficiale: Svedese
Capitale: Stoccolma  (765.044 ab. / 2004)
Politica
Governo: Monarchia parlamentare
Re: Carlo XVI Gustavo di Svezia
Primo Ministro: Fredrik Reinfeldt
Indipendenza: 1523
Ingresso all'ONU: 19 novembre 1946
Ingresso nell'UE: 1° gennaio 1995
Area
Totale: 449.964 km²  (54°)
 % delle acque: 8,67 %
Popolazione
Totale (2006): 9.082.995 ab.  (82°)
Densità: 21,9 ab./km²  
Geografia
Continente: Europa
Fuso orario: UTC +1
Economia
Valuta: Corona svedese
PIL (PPA)  (2005): 270.516 milioni di $  (35°)
PIL procapite (PPA)  (2005): 29.926 $  (19°)
ISU  (2004): 0,951 (alto)  ()
Energia:
Varie
TLD: .se
Prefisso tel.: +46
Sigla autom.: S
Inno nazionale: Du gamla, du fria
Festa nazionale: 6 giugno

Portale:Portali Visita il Portale Svezia

Il Regno di Svezia (sv. Konungariket Sverige, 449.964 km², 9.082.995 ab. nel 2005, cap. Stoccolma) è uno Stato indipendente dell'Europa settentrionale, appartenente alla Regione boreale, situato nella parte orientale della penisola scandinava.

Confina con la Norvegia a ovest e con la Finlandia a nord-est; per il resto i confini del Paese sono bagnati dal Mar Baltico e dal Golfo di Botnia (Bottenhavet) a est e dagli stretti dello Skagerrak e del Kattegat a sud-ovest. Sempre a sud-ovest, il paese è collegato alla Danimarca dal Ponte di Oresund.

Con i suoi 449.964 km² di superficie la Svezia è il quinto paese più esteso d'Europa, dopo Russia, Ucraina, Francia e Spagna. Si estende per una lunghezza di oltre 1500 chilometri in linea d'aria da nord a sud. Percorrendo la stessa distanza continuando verso sud si arriverebbe fino a Roma. La densità di popolazione è comunque generalmente bassa, tranne che nelle città. L'interno è per buona parte occupato da foreste. Esistono grandi risorse naturali (legname, ferro, acqua) e gli svedesi godono di un elevato livello di vita (la Svezia è saldamente ai primi posti nelle classifiche dell'ONU sullo sviluppo umano).

La Svezia è una monarchia costituzionale, l'attuale sovrano è Carlo XVI Gustavo, il primo ministro è Fredrik Reinfeldt.

Fino al XIX secolo la Svezia era uno dei paesi più poveri d'Europa. In seguito, lo sviluppo dei trasporti permise un intenso sfruttamento delle sue risorse naturali (legname e ferro), fattore che portò ad un vigoroso sviluppo. Un elevato livello di educazione e le liberalizzazioni economiche contribuirono, alla fine dell'ottocento, all'affermarsi di un'avanzata industria manifatturiera. I primi decenni del XX secolo furono caratterizzati dall'affermarsi del welfare state che, ancora oggi, rimane uno dei più efficienti al mondo.

La lingua ufficiale è lo svedese.

Indice

[modifica] Storia

Per approfondire, vedi la voce Storia della Svezia.

Esistono prove sufficienti a sostenere che l'area comprendente l'attuale Svezia fu colonizzata durante l'età della pietra, quando i ghiacciai dell'ultima era glaciale si ritirarono. Si crede che i primi abitanti fossero cacciatori e raccoglitori, che vivevano principalmente di quello che il mare offriva loro.

Alcuni indizi avallano l'ipotesi che la Svezia meridionale fosse densamente popolata durante l'età del bronzo, in quanto sono stati rinvenuti i resti di alcune grosse comunità commerciali.

Durante il IX e X secolo, fiorì in Svezia la cultura vichinga, con commerci, incursioni e colonizzazioni che si estendevano principalmente verso est in direzione degli Stati Baltici, della Russia e del Mar Nero.

Nel 1389, le tre nazioni di Norvegia, Danimarca e Svezia erano unite sotto un unico monarca. L'Unione di Kalmar ebbe carattere personale e non politico, e durante il XV secolo, la Svezia resistette ai tentativi di centralizzare il governo sotto il re danese, fino al punto di giungere alla ribellione armata. La Svezia successivamente si separò nel 1523, quando Gustav Eriksson Vasa, più tardi conosciuto come Gustavo I di Svezia ristabilì la separazione della Corona Svedese dall'Unione.

Il XVII secolo vide la Svezia emergere come una delle grandi potenze europee, a causa della sua vittoriosa partecipazione, iniziata dal re Gustavo Adolfo, nella Guerra dei Trent'Anni. Questa posizione sarebbe crollata nel XVIII secolo quando la Russia prese le redini del nord Europa durante la Grande Guerra del Nord. Decisiva fu la Battaglia di Poltava, nell'Ucraina centrale, combattuta nel luglio 1709, nella quale l'esercito svedese, comandato dal Feldmaresciallo Rehnskiöld e dal re Carlo XII, costretto su una barella da una ferita, venne pesantemente sconfitto dall'esercito russo di Pietro il Grande. Cent'anni dopo, nel 1809, inoltre, la Russia divise la metà orientale della Svezia, creando la Finlandia come un granducato Russo.

La storia recente della Svezia è stata pacifica, l'ultima guerra è stata la campagna contro la Norvegia nel 1814 che stabilì una unione dei due paesi dominata dalla Svezia. L'unione venne dissolta pacificamente nel 1905. La Svezia rimase neutrale durante la Prima e la Seconda guerra mondiale (anche durante la Guerra d'inverno), nonostante l'invio di materiali non utilizzabili per fini bellici e la partecipazione, a fianco dei finlandesi, di alcuni volontari svedesi).

[modifica] Geografia

Per approfondire, vedi la voce Geografia della Svezia.
Una piccola casa svedese sulla campagna
Una piccola casa svedese sulla campagna

Il terreno è prevalentemente montuoso verso ovest dove si trovano i monti scandinavi che separano il paese dalla Norvegia, i rilievi superano i 2000 m, in questa zona si trovano le due cime più elevate del paese, il monte Kebnekaise (2.117 m) e il Saretjakko (2.090 m). Ai piedi della zona montuosa si trovano numerosi laghi e un vasto altopiano, in prossimità della costa vi sono pianure alluvionali.

La parte centrale del paese è prevalentemente pianeggiante con colline dolci, in questa zona si trovano molti laghi, i maggiori sono il Vänern, il Vättern e il Mälaren.

La parte meridionale del paese è pianeggiante con ondulazioni lievi ed è l'area maggiormente coltivata.

Le isole principali della Svezia sono Gotland e Öland entrambe si trovano nel mar Baltico.

Il clima della Svezia è influenzato dal Mar Baltico e dalla corrente nord-atlantica che scorre nell'oceano Atlantico, nella parte meridionale e sulle coste ciò provoca un'anomalia termica positiva, le temperature medie sono infatti più elevate che in altre aree situate alla medesima latitudine.

[modifica] Demografia

Crescita demografica in Svezia dal 1961 al 2003
Crescita demografica in Svezia dal 1961 al 2003

Il primo censimento si tenne nel 1749 e registrò una popolazione di circa 1.800.000 abitanti. Nel secolo seguente vi fu una forte ondata di emigrazione diretta negli Stati Uniti, circa 1.300.000 persone emigrarono dirette soprattutto nella regione dei Grandi Laghi. A contrastare ciò vi fu un elevato tasso di natalità e, nel '900 un saldo immigratorio positivo costituito soprattutto da persone proveniente dai vicini paesi baltici.

[modifica] Popolazione

A causa del numero relativamente esiguo di abitanti, la Svezia ha ovunque una bassa densità di popolazione. Peraltro essa si concentra nelle principali aree metropolitane. Per il resto, il paese è caratterizzato da foreste e montagne. Sono tutt'ora in corso movimenti migratori dalle regioni settentrionali verso la parte meridionale del paese e le principali città. Il 90% della popolazione è svedese, il 5% finlandese e il resto è rappresentato da Lapponi e da immigrati da altri paesi scandinavi. I miglioramenti sanitari hanno causato un importante invecchiamento della popolazione: i maggiori di 60 anni sono il 22,6%.

[modifica] Etnie

Oltre alla popolazione sami (circa 8.500 individui), vi sono minoranze provenienti dai paesi confinanti e dai paesi della ex-Yugoslavia, Grecia e Turchia.

[modifica] Religione

La legge che sancisce la libertà di culto risale al 1951, dal 1593 fino al 2000 la chiesa di stato è stata quella evangelico luterana alla quale, ancora oggi, aderisce la maggioranza della popolazione (70%). Il 15% si dichiara ateo. Vi sono minoranze di cattolici (fra il 2% e il 3%: si consideri che il culto cattolico fu ufficialmente autorizzato solo nel 1860[1]), di protestanti evangelici quali battisti, pentecostali ecc.(2%) e una crescente minoranza musulmana (3%) dovuta ai flussi di immigrazione (vedi Islam in Svezia).

[modifica] Politica

Per approfondire, vedi la voce Sistema politico della Svezia.

La Svezia è una monarchia da quasi un millennio, con la fiducia controllata del parlamento fino al 1866, e il potere legislativo condiviso tra il re e il parlamento (fino al 1975). Il potere esecutivo era diviso tra il re e un nobile fino al 1680, successivamente si passò al governo autocratico del re. Come reazione al fallimento della grande Guerra del Nord, venne introdotto il parlamentarismo nel 1719, seguito da tre differenti versioni di monarchia costituzionale nel 1772, 1789 e 1809, quest'ultima garantiva svariate libertà civili.

Il parlamentarismo venne reintrodotto nel 1917 quando Gustavo V di Svezia, dopo decenni di lotta, accettò di nominare dei gabinetti supportati dalla maggioranza del parlamento, seguito dal suffragio semplice e universale, introdotti nel 1918-21. Il parlamentarismo fu sostenuto dal suo successore Gustavo VI Adolfo di Svezia fin quando una nuova costituzione nel 1975 abolì il potere politico del monarca. Il re rimane come formale, ma puramente simbolico, capo dello stato, con funzioni principalmente cerimoniali.

La socialdemocrazia ha giocato un ruolo politico dominante sin dal 1917, dopo che i riformisti confermarono la loro forze e i rivoluzionari lasciarono il partito. L'influenza socialdemocratica sulla società e il governo è spesso descritta come egemonica. Dopo il 1932 i gabinetti sono stati guidati e dominati dai socialdemocratici con l'eccezione di pochi mesi nel 1936; sei anni dal 1976 al 1982; e tre anni dal 1991 al 1994.

Il 17 settembre 2006 il partito socialdemocratico svedese, con a guida il primo ministro Göran Persson, è sconfitto nelle elezioni per il rinnovo del parlamento. La coalizione dei partiti di governo si ferma al 46%, mentre la coalizione dei partiti di centrodestra, guidata da Fredrik Reinfeldt, raggiunge il 48% dei consensi. Lo stesso giorno, senza attendere il risultato definitivo delle elezioni, Persson ammette la sconfitta e rassegna le dimissioni da primo ministro.

Costituzionalmente, il parlamento unicamerale o Riksdag, di 349 membri, detiene autorità suprema in Svezia. Può alterare la costituzione e i suoi atti non sono soggetti a revisione giudiziaria. Nuove leggi possono essere promulgate dal gabinetto o dai membri del parlamento. I parlamentari sono eletti con il sistema proporzionale e dispongono di un mandato quadriennale.

La costituzione può essere modificata dal Riksdag, che richiede una maggioranza qualificata e una conferma dopo le elezioni generali successive.

Il sistema giudiziario è diviso tra corti con regolare giurisdizione civile/penale e corti speciali con responsabilità sui contenziosi tra il pubblico e il governo o le autorità municipali. La legge Svedese è codificata e il sistema giuridico consiste di corti locali, corti d'appello regionali e una corte suprema.


[modifica] Difesa

L'esercito svedese è composto da 33.900 unità ed è altamente specializzato. Il servizio militare è obbligatorio e dura dai 7 ai 15 mesi. Tradizionalmente neutrale, la Svezia ha aderito al programma della NATO "Partnership for Peace", ed è presente in Afghanistan con 180 soldati nella città di Mazàr-i sharìf.

Cambio della guardia al palazzo reale svedese
Cambio della guardia al palazzo reale svedese

[modifica] Suddivisioni amministrative

Per approfondire, vedi la voce Contee della Svezia.

La Svezia è divisa in 21 contee o län. In ogni contea c'è un Consiglio Amministrativo Regionale o länsstyrelse che viene nominato dal governo. In ogni contea c'è anche un Consiglio Regionale separato (landsting), che è una rappresentanza municipale nominata dall'elettorato della contea. Ogni contea si divide ulteriormente in comuni (kommuner), per un totale di 289 nel 2002.

Esistono inoltre antiche divisioni storiche del Reame di Svezia in 25 province e 3 terre.

Per approfondire, vedi la voce Province della Svezia.

[modifica] Città principali

Di seguito sono riportate le città più popolose della Svezia, con il numero di abitanti.

1 Stoccolma 771.038
2 Göteborg 484.942
3 Malmö 271.271
4 Uppsala 183.308
5 Linköping 137.636
6 Västerås 131.934
7 Örebro 127.733
8 Norrköping 124.642
9 Helsingborg 122.062
10 Jönköping 120.965
11 Umeå 110.758
12 Lund 102.257
13 Borås 99.325
14 Sundsvall 94.044
15 Gävle 92.205
16 Eskilstuna 91.635

(Dati del 31 dicembre 2005)

[modifica] Politica energetica

La Svezia consuma circa 600 TWh all'anno. Dopo la crisi del petrolio nel 1973, la politica energetica si diresse in modo tale da essere meno dipendente dall'importazione del petrolio. Da allora, l'energia principale diventò idroelettrica o nucleare. Dopo gli incidenti alla centrale nucleare nella Three Mile Island, il parlamento svedese nel 1980, a seguito di un referendum, stabilì che non si dovessero creare altre centrali sul territorio e che entro il 2010 si sarebbe provveduto all'abbandono dell'energia nucleare.

Nel 2005, l'uso di energie rinnovabili ammontavano al 26% dell'intera riserva energetica nazionale, derivante in particolare dall'energia idroelettrica e dalla biomassa e l'energia derivante dal petrolio ammontava al 32%. Nel 2003 l'elettricità ricavata dalle centrali idroelettriche era pari a 53 TWh) e dall'uso di biocarburante, torba, ecc. a 13 TWh.

Nel marzo 2005, un sondaggio a campione di 1027 persone mostrò che l'83% degli intervistati era a favore dell'energia nucleare, sebbene i dossier negativi pubblicati su alcuni depositi di rifiuti nucleari a Forsmark suggerissero la loro chiusura.

In Svezia è stata avanzata la proposta di rendere il paese indipendente dal petrolio nel giro di 15 anni (entro il 2020)[2]. Questa politica renderebbe la Svezia uno dei paesi europei più lungimiranti nelle politiche energetiche.

[modifica] Economia

Aiutata da pace e neutralità per tutto il XX secolo, la Svezia ha raggiunto un invidiabile standard di vita tramite un sistema misto di capitalismo e benefici dello stato sociale. Ha un moderno sistema di distribuzione, eccellenti comunicazioni interne ed esterne, e una forza lavoro qualificata. Legname, energia idroelettrica, e minerali ferrosi costituiscono le risorse di base di un economia pesantemente orientata verso il commercio con l'estero.

L'industria privata è responsabile di circa il 90% della produzione industriale, nella quale il settore dell'ingegneria rappresenta il 50% della produzione e delle esportazioni. L'agricoltura rappresenta solo il 2% del Prodotto Interno Lordo e il 2% dei posti di lavoro. L'impegno del governo nella disciplina fiscale ha prodotto un sostanzioso surplus di bilancio nel 2001, che è stato più che dimezzato nel 2002, a causa del rallentamento globale dell'economia, del declino delle entrate e dell'incremento delle spese. La Banca Nazionale Svedese (Riksbank) è concentrata sulla stabilità dei prezzi con un obiettivo di inflazione al 2%. La Svezia è senza dubbio uno dei migliori paesi europei per quanto riguardo il livello di vita e per il Welfare State.

Il sistema delle comunicazioni e dei trasporti svedesi è una componente importante dell'infrastruttura.

[modifica] Arte

[modifica] Architettura

Un alto livello di ambizione nei secoli ha portato la Svezia ad avere uno standard unico per gli edifici di tutto il paese. Il funzionalismo è un filo conduttore che ispira molti architetti. A Göteborg troviamo numerosi edifici interessanti, moderni e storici, che meritano di essere visti.

GöteborgsOperan, completata nel 1994, è uno degli edifici più moderni di Göteborg e merita di essere visitata.

Feskekôrka, del 1874, è un esperimento del militare Victor von Gegerfelt, uno dei due architetti principali a metà del XIX secolo.

Universeum, centro nazionale della scienza di Svezia a Korsvägen, è stato inaugurato da re Carl XVI Gustaf l'8 giugno 2001. Questo affascinante edificio è stato disegnato da Gert Wingårdh. Legno strutturale, vetro e cemento sono i tre materiali dominanti.

L'architettura lungo Kungsportsavenyn & Hamngatorna è un potpourri di stili dal XVII secolo ai giorni nostri. Grandi magazzini moderni, palazzi patrizi del XIX secolo, edifici del XVIII secolo come l'Ostindiska Huset, disegnata dal famoso architetto BW Carlberg. In fondo alla Södra Hamngatan troviamo la Residenset, costruita nel 1650, che è la più vecchia costruzione abitata di Göteborg.

L'edificio più vecchio di Göteborg è la maestosa Kronhuset in mattone rosso, realizzata tra il 1643-55 in rigido stile olandese con frontoni e tetto a falde molto inclinate. Grazie alla costruzione sospesa, la sala a piano terra è stata realizzata senza pilastri. L'edificio era un deposito militare, utilizzato poi come sala del parlamento quando Karl X Gustav convocò il governo nel 1600.

Gustav Adolfs torg, già nota come Stora Torget, è il centro amministrativo della città con il municipio, il palazzo del comune, la borsa e la statua del fondatore della città Gustav II Adolf.

GötheborgsUtkiken Un edificio completato nel 1989 e disegnato da Ralph Erskine e Heikki Särg. L'edificio, che ci ricorda un rossetto nelle forme e nei colori, è un ottimo punto di osservazione e una piacevole pennellata di colore all'ingresso del porto di Göteborg.

Älvsborgsbron, il "Golden Gate" di Göteborg che unisce il centro cittadino Hisingen, la quarta isola della Svezia. Il ponte è stato inaugurato nel 1966, è lungo ben 900 m con un'altezza libera di 45 metri.

A Götaplatsen troviamo tre belle costruzioni raggruppate, Konserthuset, Stadsteatern e Göteborgs Konstmuseum.

Konserthuset è stato progettato da Nils Einar Eriksson e inaugurato il 4 ottobre 1935. La grande sala del Konserthuset divenne immediatamente famosa quale una delle migliori del mondo per la sua straordinaria acustica.

Göteborgs Konstmuseum fu inaugurato nel 1923 ed è un magnifico edificio progettato da Sigfrid Ericson. La costruzione si erige con le sue fantastiche scalinate alle spalle del Poseidon a Götaplatsen.

Il teatro Stadsteatern, disegnato da Karl Bergsten, fu inaugurato nel 1934, e completamente restaurato nel 2002. L'edificio è famoso per la sua architettura anni 30, visibile tra l'altro nel vano scale alquanto famoso. Il Palazzo del Prefetto, è tipico dell'architettura di Göteborg. Queste costruzioni sono realizzate con un piano in muratura e due di legno strutturale per prevenire incendi. Il palazzo divenne residenza popolare e intorno al 1940 la metà degli abitanti di Göteborg viveva nel palazzo. I resti di questi edifici si trovano nei quartieri Majorna, Gårda, Haga e Kålltorp.

[modifica] Pittura e scultura

[modifica] Letteratura

Tra gli autori svedesi noti internazionalmente vi sono Emanuel Swedenborg, August Strindberg, Selma Lagerlöf, Vilhelm Moberg, Harry Martinson e Astrid Lindgren, la nota autrice di libri per bambini.

Premio Nobel per la letteratura

  • 1909 Selma Lagerlöf
  • 1916 Verner von Heidenstam
  • 1931 Erik Axel Karlfeldt
  • 1951 Pär Lagerkvist
  • 1966 Nelly Sachs (condiviso)
  • 1974 Eyvind Johnson (condiviso)
  • 1974 Harry Martinson (condiviso)

[modifica] Musica

Molto importanti, artisti quali i noti ABBA e gli Europe, che hanno profondamente inciso nel panorama europeo della musica scandinava.

La musica svedese è da molti associata ai gruppi Ace of Base, The Ark, Roxette, Millencolin ed ai The Cardigans, anche se gruppi meno conosciuti quali Soundtrack of our lives e The Hives hanno iniziato ad acquisire una fama internazionale. La Svezia vanta inoltre un panorama di artisti emergenti, in special modo per quanto concerne il metal (di stampo spesso potente ed estremo, in particolare black metal e death metal) in cui sono presenti numerosissimi gruppi (fra le scene più attive del mondo) che spaziano fra quasi tutti i sotto-generi e che sono fra i più noti e apprezzati nell'ambiente metal. Tra i gruppi più famosi metal svedese vi sono: Amon Amarth, Opeth, Hypocrisy, Hammerfall, Katatonia, Dark Tranquillity, Dark Funeral, In Flames, Marduk, Soilwork, Pain Of Salvation, Evergrey, Bathory, Candlemass, Heavy Load. Molto attiva è anche una scena rock alternativa/indie dove anche in questo caso c'è una scena vivace e in fermento, tuttavia è assai meno nota e spesso si associa la Svezia unicamente al metal, equazione giudicata alquanto errata dalle comunità alternative appassionate del pop e del rock svedesi.

[modifica] Cinema

Il cinema svedese del XX secolo è caratterizzato dai lavori pionieristici agli albori del cinema, di Mauritz Stiller e Victor Sjöström. Più tardi, mostri sacri come il registra Ingmar Bergman e attrici del calibro di Greta Garbo, Ingrid Bergman e Anita Ekberg hanno fatto fortuna all'estero. In tempi più recenti hanno ottenuto riconoscimenti internazionali i film di Lukas Moodysson

La prima cerimonia di consegna del Premio Nobel si tenne alla vecchia Accademia Reale di Musica a Stoccolma nel 1901; a partire dal 1902, i premi sono stati formalmente consegnati dal re di Svezia.

[modifica] Festività

Il calendario delle festività svedesi è composto principalmente da festività cristiane. Molte di queste comunque sono una continuazione di costumi pre-cristiani come la Festa di Mezza Estate o la Notte di Walpurgis.

Data Nome italiano Nome locale commenti
1° gennaio Primo dell'Anno Nyårsdagen  
6 gennaio Epifania Trettondagen  
Venerdì (variabile) Venerdì santo Långfredagen Il venerdì precedente la domenica di Pasqua
Sabato (variabile) Påskafton  
Domenica (variabile) Pasqua Påskdagen Il giorno di Pasqua
Lunedì (variabile) Lunedì dell'Angelo Annandag påsk Il giorno dopo Påskdagen
30 aprile Valborgmässoafton Vigilia di Santa Valborg (1° Maggio), si festeggia con falò e canti corali
1° maggio Primo Maggio Första maj Vedi anche Notte di Walpurgis
Giovedì (variabile) Ascensione Kristi himmelsfärdsdag 40 giorni dopo Pasqua
Domenica (variabile) Pentecoste Pingstdagen 50 giorni dopo Pasqua
6 giugno Festa nazionale svedese Sveriges nationaldag  
Terzo venerdì di giugno Vigilia della Festa di Mezza Estate Midsommarafton Non ufficiale, ma comunque festività a tutti gli effetti
Terzo sabato di giugno Festa di Mezza Estate Midsommardagen  
Sabato (dal 30 ottobre al 6 novembre) Ognissanti Alla helgons dag Spostata dall'1 novembre
13 dicembre Santa Lucia Lucia Festa dedicata alla luce
24 dicembre Vigilia di Natale Julafton Non ufficiale, ma comunque festività a tutti gli effetti
25 dicembre Natale Juldagen  
26 dicembre Santo Stefano Annandag jul  
31 dicembre Capodanno Nyårsafton Non ufficiale, ma comunque festività a tutti gli effetti
Tutte le domeniche     Festività ufficiali - I nomi seguono l'anno liturgico

Il lunedì di Pentecoste non è più festività nazionale a partire dal 2005.

[modifica] Note

  1. ^ Catholic Encyclopedia
  2. ^ Dati tratti da The Guardian

[modifica] Voci correlate

[modifica] Altri progetti

[modifica] Collegamenti esterni

Svezia su DMoz (Segnala su DMoz un link pertinente all'argomento Svezia)


Stati per indice di sviluppo umano

 
Precedente Successivo
Irlanda 5° posto Canada


Altre lingue