Ferrovia Ozieri Chilivani-Porto Torres Marittima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Linea ferroviaria in Italia
Ozieri Chilivani-Porto Torres Marittima
Soprannome {{{soprannome}}}
Inizio Chilivani
Fine Porto Torres
Inaugurazione 1874
Chiusura
Riapertura
Attuale gestore RFI
Vecchi gestori Società Reale delle ferrovie sarde
Lunghezza 66 km
Regioni Sardegna
Scartamento normale
Elettrificazione no
Diramazioni
{{{libera}}} {{{liberadescr}}}
{{{libera1}}} {{{liberadescr1}}}
Note
Ferrovie italiane

La Ozieri Chilivani-Porto Torres Marittima, nota più comunemente come Chilivani-Porto Torres è una linea ferroviaria situata in Sardegna, gestita del gruppo Ferrovie dello Stato, tramite la controllata RFI.

Indice

[modifica] Profilo

La ferrovia consiste in 66 km di linea a scartamento ordinario, interamente a binario unico non elettrificato, collegante lo scalo marittimo di Porto Torres (identificato anche come Porto Torres piazza Cristoforo Colombo) con Sassari e l'importante stazione di Ozieri-Chilivani sulla linea Cagliari-Golfo Aranci Marittima, di cui questa ferrovia costituisce la principale diramazione permettendo quindi il collegamento tra le due maggiori città isolane.

La ferrovia, nasce nella seconda metà del XIX secolo ad opera della Società Reale delle ferrovie sarde, che porta avanti i lavori completando la tratta tra il 1872, anno di apertura della Sassari-Porto Torres, e il 6 dicembre 1874, quando con l'apertura della tratta tra Ozieri (in seguito identificata col nome della frazione di Chilivani) e Ploaghe l'intera linea è a disposizione del pubblico. I lavori per la realizzazione della Cagliari-Olbia però in quegli anni subiscono vari stop, perciò la linea risulta isolata dalla ferrovia che avrebbe collegato il sud col nord della Sardegna. Superati i problemi finanziari, i lavori riprendono, e il 1° luglio 1880 la Chilivani-Porto Torres è finalmente interconnessa alla linea principale[1] (che sarà poi completata l'anno seguente), fatto ampiamente celebrato dalle popolazioni locali secondo le cronache dell'epoca. L'importanza di questo collegamento verrà successivamente sottolineata da un viaggio in treno tra Cagliari e Sassari di re Umberto I e della regina Margherita nel 1899. Le caratteristiche del territorio attraversato nel tratto da Oristano a Chilivani nella Dorsale Sarda, e in parte anche nella diramazione per Porto Torres, hanno sempre reso i viaggi da Cagliari al nord ovest sardo piuttosto lunghi, oltretutto la conformazione della linea prevedeva l'inversione del senso di marcia del treno a Chilivani, con lunghe pause per i treni diretti verso Sassari e Porto Torres, costretti a effettuare la "giratura" delle locomotive ai tempi della trazione a vapore. Per questo nel corso dei decenni si sono più volte invocate modifiche del tracciato originale per rendere più rapide le relazioni ferroviarie, ma gli interventi sul tracciato di questa ferrovia sono stati di entità minore. Dopo essere passata alle FS nel 1920, la Chilivani-Porto Torres, con l'avvento delle automotrici e della trazione diesel, ha beneficiato come tutta la rete sarda di minori tempi di percorrenza e maggiore velocità, seppur sempre al di sotto degli standard del resto d'Italia. Nel secondo dopoguerra si segnala la nascita del Turritano, ovvero il treno espresso che collegava Cagliari con Porto Torres. Negli ultimi anni sono state varie le modifiche, realizzate o finanziate, lungo la linea principale per velocizzare le relazioni, e anche sulla diramazione per Porto Torres ci sono stati degli interventi lungo il percorso, come la creazione della variante di Chilivani, una bretella aperta nel 2006 a pochi chilometri dalla stazione di Chilivani, che permette ai treni provenienti da Cagliari e diretti a Sassari e Porto Torres (o diretti dai centri turritani verso sud) di entrare nella diramazione (o uscirne) senza dover passare per lo scalo di Ozieri Chilivani, evitando così il problema dell'inversione del senso di marcia (seppur con le automotrici e le composizioni di treni di tipo pull and push i tempi per l'operazione si siano notevolmente ridotti rispetto agli anni delle locomotive a vapore). Ciò nonostante, solo pochi treni, chiamati impropriamente diretti[2] (per il ridotto numero di fermate) utilizzano attualmente questa variante. Proprio il diretto Cagliari-Sassari, con fermate nelle sole Oristano e Macomer, permette di coprire la relazione in 3 ore, attualmente il tempo minimo di percorrenza per questa strategica relazione.


[modifica] Relazioni e Mezzi

Attualmente la linea è interessata alle relazioni passeggeri:

  • Sassari - Porto Torres Marittima (e viceversa)
  • Sassari-Chilivani
  • Cagliari-Sassari (e viceversa)
  • Cagliari-Porto Torres Marittima (e viceversa)
  • Olbia-Sassari (e viceversa)
  • Olbia-Porto Torres Marittima (e viceversa)

Il materiale utilizzato per le relazioni varia dai treni in composizione locomotiva D 445 - carrozze MDVC - carrozza semipilota MDVC TD alle automotrici ALn 663 e ALn 668, sino ai nuovi Minuetto diesel.

[modifica] Prospettive future

La Dorsale Sarda è la linea maggiormente interessata ad interventi di ammodernamento nella rete sarda, per raggiungere l'obiettivo di velocizzare i collegamenti dal sud al nord dell'isola. Di riflesso anche i tempi di percorrenza per i treni interessati al transito nella Ozieri Chilivani-Porto Torres Marittima dovrebbero essere ridotti negli anni a venire[3].


[modifica] Percorso

Cagliari Marittima
0,00 Cagliari 2 m s.l.m.
8,30 Cagliari-Elmas 3 m s.l.m.
13,20 Assemini 4 m s.l.m.
16,61 Decimomannu 9 m s.l.m.
Diramazione da/per Iglesias
Cavalcavia SS 130
25,86 Villasor 23 m s.l.m.
31,08 Serramanna-Nuraminis 34 m s.l.m.
37,59 Samassi-Serrenti 51 m s.l.m.
Linea FCS da/per Isili Chiusa nel 1956
44,46 Sanluri Stato 60 m s.l.m.
Linea FCS da/per Villacidro Chiusa nel 1956
Raccordo zona industriale Villacidro
Vecchio tracciato Sanluri-Pabillonis Chiuso il 10 Settembre 2007
50,34 Vecchia stazione San Gavino Monreale 52 m s.l.m.
San Gavino Monreale
58,61 Pabillonis 49 m s.l.m.
68,49 Uras-Mogoro 20 m s.l.m.
76,81 Marrubiu-Terralba-Arborea 11 m s.l.m.
82,10 Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
83,42 Sant'Anna 14 m s.l.m
85,34 Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
85,34 Raccordo porto industriale Oristano
94,88 Oristano 12 m s.l.m
95,33 Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
Ponte fiume Tirso
100,89 Simaxis 12 m s.l.m
103,85 Solarussa 12 m s.l.m
108,72 Ponte
112,96 Bauladu Milis 172 m s.l.m
123,38 Paulilatino 254 m s.l.m
Cavalcavia SS 131 DCN
130,13 Abbasanta 316 m s.l.m
141,00 Borore 396 m s.l.m
Raccordo da/per Macomer FdS (280 m) Chiuso nel 2006
153,00/160,06 Macomer (FS) 571 m s.l.m
Ponte linea turistica FdS Macomer-Bosa Marina
Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
169,20 Campeda 652 m s.l.m.
Vecchio tracciato Campeda-Bonorva Chiuso nel 2001
171,94 nuova galleria Bonorva
178,96 uscita galleria Bonorva
179,37 Bonorva 451 m s.l.m.
186,59 Giave 423 m s.l.m
192,23 Torralba 353 m s.l.m.
200,10 Ponte
202,23 Ponte
205,37 Mores-Ittireddu 241 m s.l.m
Variante di Chilivani
213,32/0,00 Ozieri-Chilivani 225 m s.l.m.
Linea FCS da/per Tirso Chiusa nel 1969
Linea da/per Golfo Aranci Marittima
10,28 Ardara 242 m s.l.m.
19,54 Ploaghe 337 m s.l.m.
28,35 Campomela 160 m s.l.m
Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
32,76 Scala di Giocca 130 m s.l.m.
39,02 Tissi-Usini 72 m s.l.m
Cavalcavia linea FdS Sassari-Alghero
42,91 Caniga 113 m s.l.m
Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
Raccordo Industriale "Aroni"
Ponte via Predda Niedda Nord - Sassari
Linea FdS da/per Alghero
46,59 Sassari 176 m s.l.m.
Rimesse FdS e Linea FdS da/per Nulvi
Linea FdS da/per Sorso
49,77 Sant'Orsola 123 m s.l.m
51,36 San Giorgio 112 m s.l.m
52,89 San Giovanni 93 m s.l.m
Cavalcavia SS 131 Carlo Felice
65,35 Porto Torres 4 m s.l.m.
Raccordo porto industriale
66,01 Porto Torres Marittima (piazza Cristoforo Colombo) 4 m s.l.m.

[modifica] Bibliografia

[modifica] Note

  1. ^ Il riferimento è dato dal chilometraggio indicato nei fascicoli di linea RFI [1] e [2]: lo scalo marittimo di Golfo Aranci è identificato infatti dalla distanza dalla stazione di Cagliari, mentre Porto Torres Marittima riporta la distanza dalla stazione di Chilivani
  2. ^ In Sardegna attualmente tutti i treni passeggeri sono classificati come treni regionali
  3. ^ Il Messaggero Sardo: Intesa Stato-Regione per il trasporto ferroviario: Cagliari-Sassari in 2 ore e 15

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni


Conoscere le strade ferrate attraverso: i tipi di ferrovia, le infrastrutture, la gestione e la tecnologia
Esaminare i vari tipi di treni, le locomotive e le vetture.
Della ferrovia italiana conoscere la storia, i rotabili, le linee, le stazioni e le società. (coordinamento del progetto:trasporti)